Meteoarco


Vai ai contenuti

Cosa vuol dire...



Per chi non conosce determinati termini tecnici,

ho pensato di dare una breve di spiegazione di essi
per far capire di cosa si sta parlando, in questo modo l'interpretazione dei dati diventa più interessante.

Temperatura di rugiada
o
Dew Point
"Temperatura del punto di rugiada", la temperatura alla quale una massa d’aria umida diventerebbe satura se venisse ulteriormente raffreddata senza subire variazioni di pressione o di contenuto di vapore acqueo. E’ così evidente che, se si continua a raffreddare un volume d’aria a pressione costante, si dovrà arrivare ad una temperatura oltre la quale, qualsiasi raffreddamento successivo determinerà una condensazione. Un esempio pratico di ciò sta nel fatto che, se il punto di rugiada è maggiore di 0°, allora si ha una condensazione liquida nebbia, rugiada, se invece tale valore si trova al di sotto dello zero si ha la formazione di ghiaccio (brina). Il sapere qual'è la temperatura di rugiada o Dew Point è molto importante per esempio in agricoltura dal momento che una brinata può compromettere il lavoro di un' intera annata.


Wind Chill
Quando il vento spira ad una certa velocità influisce sulla sensazione di freddo che il corpo umano percepisce perchè porta via il calore che il corpo stesso produce, e lo raffredda più rapidamente. Questo fattore è noto come ''Fattore di wind-chill'' (Raffreddamento). In pratica, se il vento soffia a 22 Km/h a temperatura reale di -14 °C è come se la temperatura pecepita fosse di -33C


Temperatura percepita
o
Heat Index
Nell'ambito della meteorologia e in alcune discipline affini alla medicina (come la fisiologia) viene definita la cosiddetta temperatura percepita, ossia la sensazione di "caldo" o di "freddo" che viene avvertita; essa è dovuta non solo alla temperatura effettiva, ma anche ad altre condizioni ambientali. Per esempio l'umidità dell'aria può aumentare la sensazione di caldo. La ragione per cui l'umidità dell'aria può aumentare il disagio correlato alla sensazione di caldo è che un contenuto maggiore di vapore acqueo nell'aria rende meno agevole l'evaporazione di acqua contenuta nel sudore, processo fondamentale per il corpo umano per liberare calore in eccesso.



Torna ai contenuti | Torna al menu